La chirurgia mininvasiva in ortopedia: tecniche artroscopiche e chirurgia protesica dalla diagnosi al ritorno all’attività quotidiana

 

ECM Gratuito Provider n.3897 ID n.227690 n.8 crediti

Responsabile Scientifico: Dott. Luca Garro
UOC Ortopedia – Casa di Cura “Villa Betania” – Roma

12 maggio 2018
Casa di Cura “Villa Betania”
Via Pio IV, 42 – Roma

Destinatari: Medico Chirurgo per la seguente discipline: Medicina Fisica e Riabilitazione, Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, Anestesia e Rianimazione, Radiodiagnostica, Medicina Generale (Medici di Famiglia), Ortopedia e Traumatologia; Farmacista; Fisioterapista; Infermiere; Tecnico Sanitario di Radiologia Medica.

Referente Ufficio Formazione: Sig.ra Annamaria Sanna Tel. 06.61245601
Mail ufficiocomunicazione@ospedalecristore.it

Razionale:
Si definisce chirurgia mininvasiva o microinvasiva un insieme di tecniche chirurgiche caratterizzate dall’uso di vie di accesso che riducono al minimo il trauma legato all’attraversamento della parete del distretto coinvolto.
Il tentativo di esplorare l’interno del corpo umano a scopo diagnostico e conoscitivo dell’anatomia umana ha spinto il chirurgo verso l’utilizzo di mezzi sempre più sofisticati, oggi altamente tecnologici, in ogni settore della chirurgia.
Il primo intervento in laparoscopia fu effettuato in Francia nel 1987: a tale anno si può perciò far risalire la nascita della chirurgia mininvasiva.
La chirurgia ortopedica si avvale di tecniche mininvasive ormai da più di 20 anni.
Le innovazioni tecnologiche associate alle tecniche chirurgiche hanno permesso ai pazienti una notevole riduzione delle tempistiche di degenza, minore incidenza di complicanze perioperatorie ed un netto miglioramento dei risultati clinici.
L’incontro di oggi è dedicato all’esplorazione ed alla divulgazione delle nuove tecniche mininvasive nella chirurgia ortopedica.

Programma
Scheda Iscrizione